Il mondo della luna, libretto, Venezia, Graziosi, 1775

 SCENA X
 
 LISETTA, poi BUONAFEDE
 
 LISETTA
 Come! Quello è il padrone?
 Perbacco, sì ch'è lui; ma non capisco
 la sua caricatura,
1005oh che moda graziosa, oh che figura!
 BUONAFEDE
 Lisetta...
 LISETTA
                   Mio signor...
 BUONAFEDE
                                            Oh! benvenuta... (Allegro)
 Tu ancora qui con noi?
 Fortunata davver chiamar ti puoi.
 LISETTA
 Ma dove siam?
 BUONAFEDE
                               Nel mondo della luna.
 LISETTA
1010Mi volete ingannar.
 BUONAFEDE
                                       No, te lo giuro,
 questo è il mondo lunar, te l'assicuro.
 LISETTA
 Non mi spiace l'aspetto. E questo mondo
 che rarità contiene?
 BUONAFEDE
                                       Ha tante cose
 che può ben superar senza misura
1015quanto di bel creò madre natura.
 LISETTA
 Chi è costui che vien?
 BUONAFEDE
                                           Oh cospettone!
 China la testa, via.
 LISETTA
                                     Chi è, signore?
 BUONAFEDE
 È il nostro della luna imperatore.